Rolandino Passeggeri, Summa artis notariae.

  • Sec. XIV inizio, membr.; mm 320 × 225, ff. 17
  • Udine, Archivio di Stato, frammento 17

Questo testo, che ebbe larghissima diffusione fin nel cuore dell’epoca moderna, è opera di Rolandino maestro di arte notarile nello Studio di Bologna.

Maestro di arte notarile nello Studio di Bologna, Rolandino legò il suo nome a una Summa artis notariae composta nel 1255, che ebbe dapprima larghissima diffusione manoscritta e in seguito numerose edizioni a stampa. L’opera, che dà la formulazione tecnica degli atti giuridici, è suddivisa in quattro parti riguardanti nell’ordine i contratti, i testamenti, gli atti giudiziali, le copie e le rinnovazioni degli atti. I bifogli di questo codice, databile agli inizi del Trecento e utilizzato da generazioni di notai nell’esercizio della loro professione durante i secoli XIV al XV, servirono nel corso del ’500 al notaio Antonio Nicoletti da Cividale come coperta dei suoi strumenti notarili.

 

Inserisci un commento