Quinto Emiliano Cimbriaco, Carmina

  • A. 1494-1497; membr.; mm 190 × 134; ff. 16
  • New Haven, Yale University, Beinecke Rare Book & Manuscript Library, Marston 161

Copia di dedica dei Carmina del Cimbriaco al patriarca di Aquileia Nicolò Donà.

Antologia di carmina del Cimbriaco dedicata al patriarca di Aquileia Nicolò Donà. Probabilmente si tratta della copia di dedica. Infatti nella parte inferiore del f. 1v, a seguito della dedica al libello, è iscritto, in corona di fiori adornata ai quattro margini di nastri, lo stemma del patriarca di Aquileia Niccolò Donà (scudo d’argento, a due fasce rosse con tre rose in capo, timbrato da mitra con due fanoni, sormontata da croce d’oro patente). Il Cimbriaco conobbe Nicolò Donà a Cividale, dove egli era maestro di scuola e il neoeletto patriarca di Aquileia aveva deciso di risiedere. Nel Cinquecento il manoscritto fu proprietà di un ‘Palladio’ (nota di possesso sulla membrana usata per involucro: «Domini Palladij»), probabilmente il medesimo possessore anche del Marston ms 188; fece quindi parte della biblioteca udinese della famiglia Florio – è infatti riconoscibile nell’inventario della medesima pubblicato dal Mazzatinti –; nel 1958 L.C. Witten lo acquistò a Ginevra presso Nicolas Rauch e nello stesso anno lo vendette a Thomas E. Marston, la cui collezione fu acquisita dalla Yale University Library nel 1961.

XIV.7_Yale Univ_Marston_ff.1v-2r

ff. 1v-2r, lo stemma del patriarca Nicolò Donà inscritto in corona di fiori adornata da nastri

 

Inserisci un commento