I libri degli umanisti

Lattanzio, De opificio Dei. Gerolamo, Opuscula.

  • A. 1439 (Firenze); membr.; mm 195 × 115; ff. II, 99, II’
  • Paris, Bibliothèque Nationale, lat. 2968

Un codice con testi dei padri della Chiesa copiato durante il concilio di Firenze dal canonico Giacomo da Udine, familiare di Ludovico Trevisan e amico di Guarnerio.

Cicerone, Philippicae, Paradoxa, De amicitia

  • A. 1439, Lavariano (Udine); membr.; mm 290 × 195; ff. 96
  • San Daniele del Friuli, Biblioteca Civica Guarneriana, 61

Una raccolta umanistica di varie opere ciceroniane copiata per Guarnerio d’Artegna a Lavariano (Udine) dal canonico Nicolò da San Vito al Tagliamento.

Cicerone, De oratore

  • A. 1441; Firenze; membr.; mm 270 × 175; ff. V, 141, II’
  • Oxford, Bodleian Library, Bywater Add. 1

Il codice di Cicerone scritto a Firenze dal canonico Giacomo da Udine, e da lui lasciato al convento udinese di San Francesco, conobbe una lunga trafila di passaggi di proprietà prima di approdare alla Bodleian Library, dove ora è conservato.

Virgilio, Bucolica, Georgica, Aeneis

  • 1456; membr.; mm 342 × 214; ff. 188
  • Wien, Österreichische Nationalbibliothek, Pal. lat. 39

Codice di Virgilio realizzato per Girolamo Barbarigo, luogotenente della Patria del Friuli, da Battista da Cingoli, copista di professione al servizio di Guarnerio.

Plinio il Vecchio, Naturalis historia

  • A. 1456 (San Daniele); membr.; mm 440 × 245; ff. 428
  • Paris, Bibliothèque Nationale, Par. lat. 9325

Questo codice di Plinio, copiato da Battista da Cingoli per Guarnerio, finì a Parigi al seguito dell’armata napoleonica.

Livio, Ab urbe condita libri XXXI-XL

  • A. 1456-1457; membr.; mm 380 × 215; ff. 194
  • Paris, Bibliothèque Nationale, lat. 8954

Questo prezioso codice di Livio, commissionato da Guarnerio e da lui lasciato alla comunità di San Daniele del Friuli, finì anch’esso a Parigi al seguito dell’armata napoleonica.

Agostino, De civitate Dei

  • A. 1450; membr.; mm 385 × 240; ff. II + 428 +II
  • San Daniele del Friuli, Biblioteca Civica Guarneriana, 8

La tipica decorazione a ‘cappio annodato’, farebbe la sua prima comparsa, proprio in questo codice realizzato per Guarnerio.

Miscellanea di opere varie

  • A. 1448-1452; membr.; mm 270 × 170; ff. 169
  • San Daniele del Friuli, Biblioteca Civica Guarneriana, 102

Una miscellanea di opere varie che ebbero grande diffusione nell’Umanesimo quattrocentesco, copiata per Guarnerio da alcuni copisti della scuola udinese di notariato.

Plauto, Le dodici commedie ‘nuove’

  • AA. 1456-1461; membr.; mm 385 × 220; ff. 154
  • San Daniele del Friuli, Biblioteca Civica Guarneriana, 53

Un codice di Plauto esemplato per Guarnerio da Nicolò de Collibus, giovane studente di notariato, probabilmente da un manoscritto appartenuto a Giovanni da Spilimbergo.

Leonardo Bruni, De bello Italico adversus Gothos

  • A. 1453-1456 circa; membr.; mm 290 × 160; ff. II, 80
  • Oxford, Bodleian Library, Canon. Misc. 551

Numerosi i testimoni che trasmettono questo testo del Bruni di notevole successo: tra essi il Canoniciano 551 copiato per Guarnerio da Giovanni Belgrado, studente di notariato a Udine.

Inserisci un commento